L’OLOCAUSTO PALESTINESE IN ESSERE E’ MENO IMPORTANTE DEL PIU’ NOTO EBRAICO?

I media spazzatura dei paesi componenti la nato continuano a censurare il genocidio che l’esercito israeliano sta compiendo nella terra occupata dai sionisti ( israele) e nella terra dove sono stati reclusi gli abitanti originari (Palestina appunto) .

Ogni giorno che passa gli ortodossi sionisti invadono terre e case precedentemente date ai Palestinesi dallo stato di israele (Cisgiordania).

La tecnica è sempre quella: i militari sionisti allontanano a forza di armi i residenti Plestinesi dalle loro case confinanti con israele, si insediano  e dopo essersi stabilizzati riprendono ad occupare nuove abitazioni Palestinesi con lo stesso sistema.

E’ così dagli anni ’60. E’ una vergogna che il mondo intero ,compreso la Banda Bassotti dell’ONU, faccia finta di niente e permetta tutto questo.

L’ulimo episodio di violenza israeliana risale a domenica 4 ottobre:

“Domenica 4 ottobre Errab Foqaha, portavoce della Mezzaluna Rossa Palestinese, ha dichiarato che nelle ultime 24 ore più di 80 palestinesi hanno riportato ferite, anche molto gravi, da proiettili e rubber bullets in scontri con i militari e i coloni israeliani. In particolare 18 palestinesi sono stati feriti da proiettili e 59 da proiettili di gomma, a cui vanno aggiunti i 139 palestinesi curati per inalazione di gas lacrimogeni e per i pestaggi ad opera dei coloni e dei soldati. La Mezzaluna Rossa ha dichiarato lo stato di emergenza di livello 3 in tutta la Cisgiordania e a Gerusalemme Est. Ha inoltre denunciato 14 attacchi e aggressioni anche contro il proprio personale e i mezzi di soccorso ad opera di bande armate di coloni e di militari israeliani nelle ultime 72 ore.

Domenica mattina la polizia israeliana ha ucciso a sangue freddo un giovane palestinese, identificato poi come Fadi Samir Mustafa Alloun vicino alla Porta di Damasco nei pressi della Moschea di al-Aqsa. Il ragazzo è stato aggredito con l’accusa di voler accoltellare un colono, mentre un video, girato da testimoni oculari, mostra chiaramente gli ultimi drammatici istanti di vita del giovane che cercava protezione correndo verso una pattuglia della polizia israeliana mentre era inseguito da un gruppo di coloni armati. A seguito dell’uccisione di Alloun, decine di coloni hanno assaltato case e proprietà palestinesi della zona gridando slogan contro l’Islam e contro gli arabi; hanno anche assaltato l’abitazione del giovane martire e rapito 3 dei suoi famigliari.”

di Manuela Comito per “ilfarosulmondo.it

 

Advertisements
This entry was posted in MONDO and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s