INDIA:OPERAZIONE DI “PULIZIA SOCIALE” IN CORSO TRAMITE L’ELIMINAZIONE DEL CONTANTE

Da novembre è in corso in India il primo esperimento al mondo di eliminazione del contante di piccolo taglio ,le monete da 500 e 1000 rupie, equivalente dei nostri spiccioli da 1, 2 ,5 e 10 euro.
Non si tratta di poca roba, la moneta abolita rappresentava l’ 86% del circolante , ma quel che è peggio è che circolava giusto nelle tasche della classe sociale più bassa e numerosa dell’india, i poveri!
Si parla di un numero di circa 800milioni di persone che sopravvivendo grazie a “lavoretti” saltuari,che li costringe comunque all’assistenza sociale ,utilizzava appunto quelle monete a causa dei bassi guadagni.
Ora gli indiani che vivono nelle boscaglie, o i poveri delle periferie delle città saranno costretti ad utilizzare FINALMENTE le carte di credito (sic) e bancomat ! Solo il 55%  della popolazione ha in india un conto corrente.
Dietro alle svariate giustificazioni di questa insana decisione di modi (presidente indiano) come  lotta all’evasione fiscale, lotta al terrorismo e “chiù pilu pi tutti” , il settore economico che ne ha più “goduto” i benefici e quello bancario e finanziario.

Gli attori coinvolti nella sceneggiata della lotta all’ evasione fiscale indiana (n.b. essendo enti internazionali ,non indiani ,a loro che si paghino o meno le tasse non gliene frega assolutamente niente)  sono i soliti noti:

– UNCPD (United Nations Capital Development Fund) organizzazione ONU sostenuta da ingenti donazioni da Master Card Foundation e la Bill and Belinda Gates Foundation.

-Better Than Cash Alliance (BTCA), società americana (coinquilina a washington dell UNCPD, cioè hanno gli uffici nello stesso edificio dell’UNCPD), costituita da Mastercard, Visa, Dell Foundaton, Omidyar Network (eBay), Citi, ecc

-Gates Foundation (Microsoft) ,finanziatore e socio del BTCA,  da notare i ringraziamenti ufficiali a modi (presidente indiano) di bill gates per l’iniziativa su citata. La sua affermazione “di plastica sarà il denaro in futuro” è chiara.

-USAID (Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale), anch’essa socia del BTCA  (oltre che copertura della CIA per rovesciare economie concorrenti agli usa nel mondo)

I primi risultati di questa operazione non si sono fatti attendere, si stima a un decina di morti tra infarti e collassi solo per le file kilometriche svolte davanti ai bancomat e banche per cambiare le monete fuori corso, poi sempre a novembre ci sono stati diversi suicidi dovuti a fallimenti delle attività che non riuscivano a cambiare contante ormai uscito fuori corso.

coda-indiana-davanti-alla-banca

Vedremo nei prossimi mesi come reagiranno gli indiani di fronte a questo ennesimo sopruso della classe bancaria dominante.

Se volete approfondire i collegamenti esistenti tra gli enti contrari al contante su nominati leggete l’articolo di Maurizio Blondet.

http://www.maurizioblondet.it/india-la-manina-usa-dietro-la-guerra-al-contante/
http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=126926

 

Advertisements
This entry was posted in MONDO and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s