MORTO (ASSASSINATO?) IL GIORNALISTA CHE HA DENUNCIATO LA CIA E BND

Udo Ulfkotte è il nome del giornalista morto a 56 anni per crisi cardiaca non si sa bene da cosa provocata.

Udo aveva pubblicato nel 2014 un libro in cui denunciava ,per  sua esperienza diretta, le tecniche usate da cia americana e bnd (braccio tedesco della cia in germania) tedesco per assicurarsi la fedeltà dei giornalisti europei agli interessi americani  : “GIORNALISTI COMPRATI” , 2014. 

E’ morto 24 ore dopo una corrispondenza telematica con una collega dove dichiarava che stava conducendo un’inchiesta sui reati commessi da Angela Merkel durante il suo mandato.

Guarate il video-intervista pubblicato da RT per rendervi conto della tensione causate dai rischi in cui andava in contro per le sue ricerche.

«Prima di tutto» ha raccontato nel libro  «è necessario rendere autorevole il giornalista a libro paga, facendo riportare i suoi articoli, dandogli copertura internazionale e premiando i suoi libri. Molti premi letterari non sono che premi alla fedeltà  propagandistica  [..] In occasione della  crisi libica del 2011, ha raccontato di come fu  imbeccato dai servizi germanici perché annunciasse sul suo giornale, come fosse un fatto assodato, che Gheddafi  era in possesso di armi chimiche ed era pronto ad usarle contro   il suo popolo inerme. […] Se invece si trasgredisce la linea filoatlantica le conseguenze sono altrettanto note, ovvero la perdita del lavoro, il triste isolamento professionale, fino alle minacce dirette e alle persecuzioni (lui stesso sostiene di aver subito sei perquisizioni nella sua abitazione con l’accusa di aver rivelato segreti di stato)”. (Marcello D’Addabbo – ladagadinchiostro.com).

In quest’altro video del 2016 Udo denuncia,  sempre ad RT, la censura eseguita da facebook sul suo profilo dopo che aveva criticato l’operato della merkel sulla questione dei migranti.

…vedremo se gli faranno l’autopsia per verificare se si tratta di un “naturale” attacco cardiaco.

 

Advertisements
This entry was posted in EUTALIA, MONDO and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s