LO STATO ITALIANO SI GENUFLETTE AL POTERE EBRAICO

Il 16 giugno 2016 è stata approvata la legge n.115 con cui lo stato italiota manda un chiaro segnale ai razzisti ebraici/sionisti ( ricordo che per gli ebrei “loro” sono la razza eletta dal loro dio e “noi” siamo i “goy” , i non-ebrei , destinati a servirli . Per non parlare di come viene trattata la “razza” Palestinese in Terra Santa)  di genuflessione al “loro” cospetto.

tu-devi-credere-allo-olocausto-ebraico-6-000-000-ebrei

L’articolo 3-bis aggiunto a questa legge condanna da 2  a 6 anni di reclusione (meglio rapinare un banca che negare l’olocausto!) chi “nega o mette in discussione la shoah”  o  olocausto.

La domanda mi sorge spontanea :  cosa succederà allo storico o al ricercatore che volesse  indagare più approfonditamente sui fatti ebraico-nazisti e s’imbattesse su elementi “discordanti” ?

Cosa succederà a ricercatori come David Cole , etichettato come negazionista per il fatto di aver verificato dal vivo , con video, la coerenza delle testimonianze scritte e verbali dei processi della Corte Penale  Internazionale ed aver evidenziato e riportato “discordanze” rispetto alle strutture in cui sono avvenuti i fatti?

Di fatto impedendo ai ricercatori storici quanto sopra descritto si va contro a quanto sancisce l’ Art. 21 della Costituzione Italiana sulla libertà di stampa, come si può essere liberi di scrivere e stampare informazioni  se una legge successiva lo vieta?

Advertisements
This entry was posted in EUTALIA, MONDO and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s